Ascolta «Grazie al Podcast»: il Podcast del NoWhereBlog!

Sunday, October 29, 2006

Il Linux Day e i miei due centesimi

E’ il secondo anno che vado al Linux Day di Milano. MILANO. Non Casalpusterlengo o Baranzate di Sopra. Milano.

fetch.php?w=&h=&cache=cache&media=ld2006:logo_linuxday_2006.jpgOra, da una città come Milano ti aspetti prima di tutto una cosa grossa, e
secondo un po’ di pubblicità.

Non parlo di pubblicità dal punto di vista negativo, di marketing fine a se stesso, perché di fan ‘ciechi’ ne abbiamo a sufficienza, ma di roba seria.

Perché io che me ne sto così bene col mio Windows craccato dovrei passare a ’sta roba?

Poi, le classiche domande: “ma fa le stesse cose?” sì “e allora cosa cambia?”

Seminario su QEmu in una stanzetta da epsillon posti (dove epsillon è un numero molto piccolo). Ma chi se ne frega di QEmu? Cioè, arriva il tipo che col pc ci fa le solite sei cose, cosa gliene frega ?

Nell’ALTRA stanza, un po’ più grande il resto. Oh, notare, due stanze, ma semivuote… cioè, fate qualcosa! mettete dei cartelli, musica a palla come fanno all’openday del Politecnico… cioè in una università mi fece a suo tempo abbastanza tristezza (era una cosa in grande, mi faceva tristezza l’idea in sé), ma in una manifestazione come questa IMO un po’ di scena ci può stare!

Regolandocisi in maniera sufficiente, un paio di Jobs di Linux, santo cielo, io ce li avrei messi!

Sinceramente io ho visto una situazione che o definisci come “troppa umiltà” o come “troppa incapacità”.

Gente che proprio in tutta onestà ti risponde al fatidico “ma cosa cambia?” “niente”. Cazzarola, no, falso che non cambi niente!

Prima di tutto è filosofia, che probabilmente ti devi fare il culo per fare funzionare certe cose, ma questo NON perché fa cagare, ma perché è frutto di lavoro volontario, e che tu se vuoi puoi essere parte di quel lavoro volontario, perché altri come te possano fare frutto dei tuoi sforzi, e viceversa.

[Read More…]

Linux Day Milano sul TG1

e ci sono anch’io…

Ovviamente mi si vede di spalle (sono quello col maglione arancio all’inizio… ) :ann:

:P

Notare come nel filmato il posto sembri enorme! Viva il quinto potere…

Sunday, October 15, 2006

Guido io, in questo tango

Siamo della stessa pasta, bionda ;), non la bevo, sai,
ce l’hai scritto che la vita non ti viene come vuoi
ma è la tua, e per me è speciale, e se ti può bastare, sai,
che se hai voglia di ballare uno pronto qui ce l’hai

IMG_2002-avatar.jpg Balliamo sul mondo
va bene qualsiasi musica
cadremo ballando
sul mondo lo sai si scivola
facciamo un fandango
là sotto qualcuno riderà
balliamo sul… mondo!

Non ti offro grandi cose però quelle lì le avrai
niente case ne futuro ne certezze forse guai
ma se dall’Atlantide all’Everest non c’ è posto per noi
guido io in questo tango ci facciamo posto dai

Balliamo sul mondo
mi porto le scarpe da tip tap
cadremo ballando
però il mondo non si fermerà
facciamo un fandango
la sotto qualcuno fischierà
balliamo sul… YEEHOO! …mondo!

(inciso)

Fred e Ginger sono su una supernova sopra noi
chiudi gli occhi e tieni il tempo e sarà quasi fatta ormai
c’è chi vince e c’è chi perde noi balliamo casomai
non avremo classe ma abbiamo gambe e fiato …
FINCHE’ VUOI!

Ballando, ballando sul, ballando sul… mondo
facendo, facendo un, facendo un… fandango
ballando, ballando sul, ballando sul… mondo
ballando, ballando sul… ballando sul…

Balliamo sul mondo!!!
possiamo anche senza musica
cadremo ballando
nessuno però si ferirà
facciamo un fandango
là sotto qualcuno applaudirà
balliamo sul… YEEHOO! …mondo!!!!!

Saturday, October 14, 2006

Countdown

Emozionato? Mah, neanche tanto… monterà tra un po’

“Siamo della stessa pasta,…” ;)

i_microphone___news_1_.jpg

Sunday, October 1, 2006

E se domani…

Cosa ci riserva il Domani?

La Domanda che ci assilla, che non ci fa dormire, che, poiché la temiamo, domina le nostre azioni.

Ma io domani so cosa farò.

Prima di tutto mi sveglio alle sette. E questo male. Ma che dico male: malissimo! Voi non ve ne rendete conto, ma io è sostanzialmente da un anno e mezzo che mi sveglio alle otto e mezza come minimo e vado a dormire a mezzanotte e mezza almeno.

Ora, sono felice di non avere più l’orario criminale dell’anno passato, studiato da un qualche maniaco che odia la gente il cui cognome vada da H a Z, probabilmente perché ha un cognome che inizia per A (tipo Abaab) e a scuola interrogavano sempre in ordine alfabetico, e perciò mi toccava andare ad orare dalle 10.30 alle 16.30, così da sfanculizzarmi sostanzialmente l’intera giornata; tuttavia questa nuova situazione che impegna quasi solo le mattine, mi obbliga a rivedere le mie abitudini mattutine di poltrone/fancazzista.

Molto male.

Ma non finisce qui, perché dopo pranzo dovrò dare ripetizioni di matematica per un paio d’ore a un baldo giovane (scuole medie), da cui uscirò come al solito con un discreto cerchio alla testa.

Malissimo.

ATT00075.jpg Non contento la sera, vado a provare per il concerto e tornerò probabilmente intorno all’una-le due, cosa che non mi avrebbe fatto né caldo né freddo in un’altra situazione, ma che mi fa per lo meno inarcare un sopracciglio oggi.

Perché dopodomani mattina mi sveglio sempre alle sette. :D

Ma via, siamo giovani, son cose che si fanno :evlaugh:

Ho già sonno. :D

Ah, ho detto concerto? Sì, mi pare di sì :)

E allora se siete di Milano, il 14 ottobre non prendete impegni i NES suonano e cantano, e io sono una guest star :D

Accorrete numerosi, ma soprattutto accorrano le ragazze. Specialmente le bionde. Molte ragazze bionde. Moltissime ragazze bionde. Se non siete bionde tingetevi. Se non volete tingervi, vabbe’, amen. Che menose che siete, però. Manco vi avessi chiesto l’oro. Mica siete le uniche, n’eh? Vabbe’, venite e basta. Va bene lo stesso.

Almeno, se sarete numerose, per la legge dei grandi numeri almeno una che sia gnocca ci sarà, e io potrò fare bella figura con la canzone che canto. Soprattutto se siete bionde, anche tinte. Se non siete bionde, va be’, però vuol dire che non mi amate abbastanza, e non è bello perché io vi voglio bene. Se siete gnocche. Se non siete gnocche, ca**o siete venute a fare? Avete sbagliato concerto. Ma non c’è selezione all’entrata?

A proposito di gnocca, altri insospettabili vantaggi derivanti dal nuovo orario sono l’assenza di turni divisi, e di conseguenza un simpatico scambio di vedute con il turno uno che di presenza femminile era ben più fornito.

Ma data l’unione di turni prevedo che le tipe saranno migrate in massa verso un’altra facoltà/corso a loro più congeniale, tipo Comunicazione Digitale, oppure Architettura, Biologia, Scienze motorie, Medicina, Lettere, ecc.

Tutte facoltà ad alto contenuto di gnocca.

A tal proposito, ho formulato una teoria.

Se è una -logia allora c’è gnocca

E’ una teoria formulata dopo un’attenta analisi scientifica, durante la pausa caffé tra la lezione di Isitituzioni di Matematiche e Architettura degli Elaboratori.

Ovviamente non vale il contrario, cioè che se c’è gnocca è una -logia; tuttavia lancio la sfida di trovarmi una -logia (che esista come corso di laurea) priva di gnocca o con un tasso, la famosa DRdF (Densità Relativa di F) pari a quello di Informatica, tendente cioè allo zero.

Dopo attente riflessioni (sempre durante la pausa caffé di cui sopra) siamo giunti alla conclusione che tale facoltà non esiste, e vi sfido a smentirmi.

Categories

Archives

Blogroll

Last 10 entries

Admin area