Ascolta «Grazie al Podcast»: il Podcast del NoWhereBlog!

Monday, April 30, 2007

Guida alle interfacce

Usabilità di qui, usabilità di là.

Sto seguendo decisamente con interesse il corso di Comunicazione digitale. “Seguendo” è una parola grossa perché tra un esame e l’altro devo necessariamente essere saltuario nell’attenzione… ( :ann: ) tuttavia da quel poco che seguo, e dall’esperienza personale, vi porto un piccolo esempio su come non è un interfaccia usabile.

Windows Media Player 11, il player Microsoft è tanto bello da vedere (oddio…) quanto incoerente dal punto di vista dell’utente.

Prima di tutto, in un impeto di Mac-love sono sparite tutte le barre dei menu. Anche negli altri Windows Media Player non c’erano più. Vero, ma bastava premere un tastino per farle riapparire. Inoltre apparivano quando la finestra era a schermo intero (massimizzata). Ora, come anche per IE7, questo non succede più.

Ma vediamo un esempio.

wmp01.png Premiamo la freccia accanto alla miniatura dell’album in riproduzione.

Prima di tutto, cosa rappresenta? E’ una banale freccia a destra. “Ulteriori informazioni” ? “Prossimo album” ? Assolutamente no: “Nascondi playlist:ann:

Che razza di collegamento c’è tra la freccia e la playlist??

Una volta scomparsa la playlist, cerchiamo di farla riapparire.

Prima di tutto, ricerca accanto ai pulsanti di riproduzione.

Nessuna icona sembra suggerire “Playlist” (o “Lista di riproduzione”… cough), ma proviamo ugualmente a guardare: in basso a sinistra troviamo il pulsante “schermo intero” e il geniale “Passa a modalità interfaccia”, che mostra WMP con una delle sue skin. L’icona corrispondente a questa funzione è un freccia che punta in alto a destra. Palese il suo significato. Sì, sono sarcastico.

Clic destro sull’area del filmato. Niente. Troviamo opzioni relative alle dimensioni del filmato, o al più relative all’effetto grafico che stiamo vedendo se stiamo solo ascoltando musica. Questo ovviamente ha senso dato che il clic destro corrisponde a un menu contestuale. Sfortunatamente non ci è d’aiuto.

wmp02.pngClic destro freneticamente in ogni punto dell’interfaccia. Improvvisamente, sull’area del titolo appare un menu verticale, che dalle voci sembra ricordare la stramaledetta barra dei menu che siamo abituati a vedere in orizzontale. Forse ce l’abbiamo fatta. Il menu visualizza conterrà certamente qualcosa.

E senza dubbio qualcosa lo contiene, perfino l’opzione per visualizzare i menu, che, almeno sul mio XP, appaiono di un terribile blu elettrico che uccide gli occhi. Almeno sono al loro posto. Almeno ora so come farle apparire.

In ogni caso, anche questo tentativo è andato in fumo: niente da fare. Premiamo i pulsanti in alto, nessuno sembra servire. Infine clicchiamo nella parte bassa di circa 8 pixel al di sotto dell’etichetta del primo pulsante a sinistra. Già dalla descrizione si capisce quanto sia chiaro. Ed eccolo, in tutta la sua magnificenza.

wmp03.pngNiente male. Ma in realtà sono io che non sono capace di usarlo! Infatti “basta” fare clic destro sul pulsante. Veramente intuitivo! Infatti è normale che su un pulsante si debba fare clic destro.

I programmi Microsoft della nuova generazione (chiamiamola la Vista-generation) non sono nuovi a questo genere di design.

Ero abituato ad avere il mio MSN Messenger con gli avatar grandi. Mi viene più facile riconoscere con chi voglio parlare, se la foto è abbastanza rappresentativa.

Il nuovo Windows Live Messenger mostra icone piccole di default. Niente di male, c’è più spazio. Ma come fare per riavere le vecchie icone grosse, un’opzione che in MSN Messenger 7.5 si raggiungeva dalla barra dei menu?

wlm01.png In WLM ancora una volta la barra dei menu scompare magicamente, ma può riapparire con un semplice clic destro, nella solita fashion verticalizzata che tanto ci è piaciuta in Windows Media Player. Naturalmente anche qui il menu visualizza non ci viene in aiuto.

Questa opzione appare cliccando ancora una volta su un pulsante. Quale? Quello con l’icona più rappresentativa naturalmente. Due frecce che indicano il basso e l’alto. Intuitivo! Come dissi a un amico che mi aveva spiegato come raggiungere l’opzione nascosta. E’ convenuto che non è esattamente il posto più intelligente per un opzione. Si noti che ero anche andato a cercare nelle preferenze, dato che preferisco vedere le icone grosse. Ovviamente nulla. Quello è l’unico posto dove quell’opzione è disponibile.

wlm02.png Così come il clic destro o il clic in basso sul pulsante di Windows Media Player è l’unico modo per raggiungere la l’opzione della playlist.

Complimenti ai designer. Tenendo conto che questi programmi vanno in mano a gente che di informatica non capisce e presumibilmente tende a non voler capire niente (perché non gliene frega) di informatica, avete mai pensato di andare a studiare? Ma soprattutto, tenendo presente che l’illogica che avete usato non la segue nemmeno uno che un pochino ci capisce?

Mah.

Sunday, April 29, 2007

Cutscenes…

exp-film.jpg

Yeah, you’re all gonna be in this experimental film
And even though I can’t explain it
I already know how great it’s

Friday, April 20, 2007

Abolito il limbo

Allora, le cose stanno così. Il limbo non esiste.

Ci hanno sempre detto che c’era.

Il battesimo ai neonati è una pratica interessante perché poi richiede il “richiamino” della cresima, dato che il neonato non è in grado effettivamente di accettare la scelta dei genitori.

Discussi di questo con un prete e dissi che il battesimo si dovrebbe fare agli adulti (così com’era anche ai tempi di Gesù, peraltro, quando il rito era tra l’altro una “novità”) e così com’è anche per alcuni protestanti come i battisti, quando chi riceve il sacramento è consapevole della sua scelta. Dissi anche che aveva forse senso quando si credeva ancora che i bambini morti non battezzati finivano nel limbo.

Mi corresse dicendo che “veramente era ancora così” :D

Era uno dei famosi “dibattiti” con il don Giorgio, insegnante di religione al liceo, discussioni fondamentalmente unilaterali, perché poi voleva avere ragione lui, anche se amava ripetere, contornandola con un “è un illuminista! non l’ha detta un cattolico!” la frase di Voltaire:

Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.

Purtroppo la frase non è di Voltaire. :D

Per la cronaca, comunque, il battesimo tra i Cattolici ha ormai valenza di rito di iniziazione, così come lo è la circoncisione nell’ebraismo.

Chiudiamo la parentesi; checché il don ne dicesse, alla fine è stato deciso da Papa Ratzinger che il limbo non esiste, perché “la misericordia di Dio è grande”. :ann:

Papa Ratzinger già in passato, in veste di teologo, e non di papa, aveva sostenuto la non-esistenza del limbo.

Adesso è ufficiale.

Ma non è come se un politico - dico per dire - andasse al governo e poi, che so, si modificasse delle leggi ad-hoc ?

Hm, dov’è che l’ho vista, questa? Mah.

Ma vabbe’, è diverso, dai. In fondo questa è una bella cosa. Insomma, vuol dire che anche i bambini morti non battezzati vanno in paradiso, insieme con tutte quelle persone che, che, fino all’altro giorno, pur non meritando l’inferno, erano segregate in questo non-luogo.

Or vo’ che sappi, innanzi che più andi,

ch’ei non peccaro; e s’elli hanno mercedi,
non basta, perché non ebber battesmo,
ch’è porta de la fede che tu credi;

e s’e’ furon dinanzi al cristianesmo,
non adorar debitamente a Dio:
e di questi cotai son io medesmo.

(Dante, La Commedia, Canto IV, verso 33 sgg.)

Ma non fa un po’ ridere? :D

O il limbo non è mai esistito, e ce l’hanno menata per secoli inutilmente, oppure esiste e questa abolizione è un grave errore.

Ma c’è anche la possibilità che esistesse fino a ieri, poi oggi ha fatto puff ed è scomparso. Chi può sostenere che sia impossibile? A riprova di questo sono i titoli dei giornali che parlano infatti di un’abolizione.

A sentir parlar loro, Ratzinger ha fatto una riunione (ci ha lavorato su tre anni, eh?) con tutte le alte cariche vaticane, e poi ha detto “ma senti un po’, Dio, ma ’sta storia del Limbo…?”

Meno male che qualche ricerca ci viene in aiuto. L’esistenza del limbo è sempre stata una congettura. Per lo meno non è un dogma (se fosse stato un dogma sarei qui a crepare dalle risate).

Il fatto è che le congetture in passato erano facili a passare da ipotesi a dogmi. Magari per screzi tra comunità cristiane rivali, quando di Chiesa non ce n’era una sola, ma esistevano tante diverse comunità, ognuna col suo vangelo e i propri riti.

Assolutamente appassionante il libro di Corrado Augias e Mauro Pesce. Ve lo consiglio caldamente :)

Esilaranti invece i commenti sul sito de “la Feltrinelli”.

(Attilio)

Se io scrivessi un libro di fisica nucleare, non sapendo nulla di questa scienza, otterrei un risultato penoso anche se mi facessi aiutare da uno studioso di tale scienza…questo è il mio giudizio: è un testo che ignora tutto ciò che tratta…l’autore avrebbe fatto meglio a trattare di cavolfiori…infatti il suo Gesù sta a quello Vero come i cavoli a merenda

Oltre ad essere molto spiritoso, e a scrivere Vero con la V maiuscola (che è un tocco di classe, eh?), chissà da che pulpito (ahah!) viene la predica!

A meno che il tizio non abbia almeno duemila anni, nel qual caso magari l’ha conosciuto di persona; cosa che tenderei tuttavia ad escludere dato che nemmeno le personalità più di spicco della Bibbia sono vissute più di alcuni secoli, e mai comunque hanno raggiunto il migliaio d’anni.

Perciò Attilio, facci un favore, vai a leggerti Topolino, va’!

Link Interessanti

Wednesday, April 18, 2007

Deodoranti

Ho visto la pubblicità dell’Air Wick Fresh-matic, che diffonde automaticamente il profumo ogni 9, 18 o 36 minuti, e anziché sbattermente altamente mi sto chiedendo perché proprio dei multipli di nove. air-wick.jpg

Ci sarà qualche precisa ragione tecnologica o è la solita storia del 10 che sembra più grosso, e quindi 9,90 sembra molto meno di 10,00 ? Il periodo ha a che fare con il meccanismo, o c’è dietro solo una ragione commerciale ?

Mi sento come l’omino di xkcd :D

the_difference.png

Tuesday, April 17, 2007

Frasi da dire a chi vuole venderti «Tracce»

  • Mi spiace, non so leggere
  • Mi spiace, ho comprato adesso “L’Unità”
  • Mi spiace, ho comprato adesso “La Repubblica”, “L’Unità”, “Il Manifesto” e “Il Vernacoliere”
  • Mi spiace, sto finendo di leggere “Il Capitale”
  • Sì, grazie, però in cambio tu ti iscrivi a Sinistra Universitaria ?
  • Sì, grazie, ho finito Lupo Alberto
  • Sì, grazie, ho finito la carta da culo

E magari non è neanche una ragazza.

Sunday, April 15, 2007

Contraccettivi

Mi chiedevo…

I processi padre, se non vogliono forkare figli, usano il syscoitus interrupt ?

Tuesday, April 10, 2007

Mail da Google Video

A seguito delle lamentele idiote della RAI.

Ciao,

Google è stata informata del fatto che il tuo video “Linux day TG1 (28
ott 06)” presumibilmente viola il copyright di altri. Secondo le nostre
norme relative al copyright stiamo procedendo alla rimozione del video
in questione

Affinché il tuo account rimanga attivo in futuro, non inviare video per
l’utilizzo dei quali non disponi dei diritti legali necessari.
Eventuali altre violazioni del copyright potrebbero comportare la
chiusura immediata del tuo account Google Video
in conformità ai
Termini e Condizioni di Google Video
(http://video.google. … 710&&hl=it).

[…]

Eliminerò anche il video di Marcorè che imita Ligabue.

Meno male che la RAI è un servizio pubblico.

:ann:

Sunday, April 8, 2007

Buona Pasqua

La Pasqua per Cristiani ed Ebrei è in qualche modo sempre rinnovamento, rinascita, liberazione; per gli Ebrei è il ricordo dell’Esodo, e della liberazione dalla schiavitù d’Egitto. Per i Cristiani è invece la resurrezione di Cristo.

Non importa che si sia fedeli o meno di qualche religione; molti di coloro che leggono (che gliene importi o no), oggi stanno festeggiando, perché è questo che sono in fondo le ricorrenze, occasioni di festa.

Occasioni forse anche di consumo, di vendere il cioccolato o le colombe; ma oggi non sono qui per fare una finta, patetica e ipocrita morale.

Alle persone che amo, e che in questo momento sono in difficoltà o provano dolore, spero che questo sarà solo un momento per guardare avanti; e i significati, lasciateli ai teologi.

A voi, tutto il mio affetto.

Ma auguri anche agli altri. Buona Pasqua.

Categories

Archives

Blogroll

Last 10 entries

Admin area