Ascolta «Grazie al Podcast»: il Podcast del NoWhereBlog!

Tuesday, April 28, 2009

Il dramma dell’Utonto

giacobbo.jpg

Secondo alcune leggende, suffragate dalle numerose dichiarazioni di presunti testimoni oculari, nell’habitat naturale dell’informatico per diletto, il forum di discussione, troverebbe rifugio anche l’Utente Medio, conosciuto anche come Utonto, una creatura mitica e multiforme la cui natura è avvolta nel mistero.

Per quanto ci è dato di sapere, l’Utonto è inetto all’uso degli strumenti informatici, è una creatura intellettualmente pigra, scarsamente desiderosa di estendere i propri orizzonti, e preda delle malvagie società monopoliste.

L’Utonto usa il mouse come pedale e usa il lettore di CD come portavivande; l’Utonto fotocopia il monitor per stampare una pagina; l’Utonto invia i fax appoggiando i fogli sul monitor e pigiando il tasto “invia”.

uomo-medio.jpg

L’Utonto - secondo le voci - usa sistemi operativi malvagi e inferiori non perché rispondono perfettamente alle sue esigenze, ma solamente per abitudine e, peccando di accidia, non fa lo sforzo di abituarsi a qualcosa di migliore: l’Utonto vuole infatti la pappa pronta.

L’Utonto utilizza unicamente il calcolatore per navigare in Internet, leggere la posta elettronica, scrivere lettere in un programma qualsiasi di elaborazione di testi, e ascoltare la musica.

L’Utonto non guarda dischi bluray; non monta filmati; non usa il calcolatore in ambito professionale senza essere un professionista del settore informatico; per i videogiochi ha una console.

Nessuno ha mai visto realmente un Utonto in carne ed ossa, alcuni sostengono che semplicemente non esiste.

Anche se alcune voci non confermate parlano di un avvistamento a… Rennes-le-Château!

Saturday, April 25, 2009

L’ultima ruota del cazzo

Ogni anno, puntualmente mi si buca una ruota della bici.

In particolare la camera d’aria mi si rompe proprio nel punto in cui c’è la valvola, quindi sostanzialmente è da buttare.

Non che se non fosse da sostituire completamente e bastasse ripararla con mastice e pezzette la rottura di cazzo sarebbe minore, anzi, ma così devo comunque fare un giro a comprare le camere nuove.

Fortuna (!) volle che stavolta, diversamente dal solito, fosse quella davanti a sfancularsi, e non l’orrida ruota posteriore.

Dopo aver lasciato giacere la bicicletta per alcuni mesi, monca di una ruota, in cantina, pronta per essere rimontata, avendo finalmente a disposizione un po’ di tempo libero (logica 2, dato: TRENTA! Muahahahahah), ho colto oggi l’occasione per dedicarmi al problema.

Ho sostituito la camera d’aria, ho rimesso al suo posto il copertone e l’ho rigonfiata, non prima di rendermi conto del perché l’operazione di gonfiaggio richiedeva bicipiti allenati e alcune ore di pazienza: il beccuccio interno della pompa era montato al contrario (ovviamente da me, da tempo immemorabile).

Ovviamente i più attenti già si saranno chiesti se non sarebbe più corretto prima rimontare, e poi gonfiare.

Sì.

Una volta sgonfiata e rimontata la ruota anteriore, mi apprestavo dunque a dare una pompatina anche alla ruota posteriore.

Quale non è stata la mia sorpresa quando, gonfiandola, è saltata anche quella valvola, costringendomi a smontarla e a sostituire con una nuova camera d’aria anche quella della maledetta ruota posteriore.

Oh, caspiterina!

Tuesday, April 21, 2009

Oompa Loompas

- lo farò presente a chi di dovere se non mi inviti
- se vuoi passare va bene.. ho ancora lezione oggi e domani e poi ricomincio a maggio
- si ma voglio essere presentato, sennò…
- e allora puppa
- io sono ingegnere
- appunto, lo faccio per te. vuoi fare una figura di merda subito? :evlaugh:

Dai scherzo, vvb :h: :p

Thursday, April 9, 2009

Il messaggio è chiaro

Assolutamente inequivocabile.

(PS: La potrei auere.)

Categories

Archives

Blogroll

Last 10 entries

Admin area